Articoli

Eventi a Varese per le Giornate Fai di Primavera

Come promesso, vi aggiorniamo sul programma specifico degli eventi nei Beni FAI a Varese in occasione delle Giornata FAI di Primavera il 21 e 22 marzo 2015.

VILLA DELLA PORTA BOZZOLO – VIALE CAMILLO BOZZOLO 5, CASALZUIGNO (VA)

villaportabozzolo_effedueotto

Villa Della Porta Bozzolo – Sito FAI

Aperitivo in Villa e visita guidata in costume
Sabato 21 marzo, per l’occasione speciale delle Giornate FAI di Primavera, Villa Della Porta Bozzolo prolungherà l’orario di apertura. I visitatori potranno gustare in Villa un aperitivo con specialità enogastronomiche del territorio, organizzato dal ristorante “La Cucina di Casa”.
Gli ospiti avranno la possibilità di visitare la villa seguendo un percorso musicale che li accompagnerà all’interno dei saloni. Chi lo vorrà potrà concludere la serata con una visita guidata in costume alle sale della Villa. Il tutto nella magia dell’illuminazione notturna, atmosfera che i visitatri di Villa Della Porta Bozzolo poranno vivere in esclusiva per la prima volta.

Sabato 21 marzo, dalle ore 19 alle 23. Ingresso a contributo libero. Consumazione a pagamento. Prenotazione obbligatoria al numero 0332-624136.

VILLA E COLLEZIONE PANZA – PIAZZA LITTA 1, VARESE

Villa Panza - Sito FAI

Villa Panza – Sito FAI

Party in fluo e il selfie di Primavera!
Domenica 22 marzo visita straordinaria all’ala dei Rustici della Villa. Dresscode: rigorosamente vestiti di bianco.
Gli ospiti di Villa Panza si coloreranno cosi grazie alle installazioni di Dan Flavin e potranno godere delle opere di Robert Irwin e James Turrell all’ora del tramonto.
A metà percorso, nell’opera Ultraviolet di Flavin, sarà possibile realizzare un selfie fluo seguendo le regole per un autoscatto perfetto, da condividere con il FAI su tutti i social network.
La visita proseguirà nello spettacolare Ganzfeld di Turrell (fino ad esaurimento posti) per concludersi, per chi lo vorrà, al Ristorante Luce per un aperitivo.

Domenica 22, dalle ore 18 alle 20. Ingresso con contributo a partire da € 5. Consumazione a pagamento.

PER GLI AMANTI DELLA BICI: BICICLETTATA CON FIAB

Sabato 21, ore 10.00, fino a 40 km

Ritrovo a Varese, stazione ferroviaria
Visita a Villa Bossi, Bodio Lomnago (VA), Isolino Virginia, Biandronno (VA), Parco Morselli e Casina Rosa, Gavirate (VA)
Percorso facile, pianeggiante salvo il breve tratto per raggiungere villa Morselli e la salita da Schiranna a Varese. Possibilità di accorciare e facilitare l’escursione con rientro da Gavirate a Varese con il treno.

Domenica 22, ore 9.00, fino a 40 km

Ritrovo a Varese, stazione ferroviaria. Trasferimento in treno a Saronno. Da Saronno stazione ferroviaria ore 10.00.
Visita a Cantù (CO) – Cantù e il design: le collezioni Bruno Munari e Artidesign
Percorso di media difficoltà, in parte su strade secondarie e con tratti su provinciali trafficate ma con carreggiata ampia. Ritorno con lievi ondulazioni e quasi tutto in leggera discesa.

Varese: città tutta da scoprire

“Cosa vedere a Varese?” Rubrica Turista Fai Da Te

Rubrica Turista Fai Da Te

Varese ha mille volti, tutti da scoprire. Città dal gusto liberty, squisitamente artistica, è conosciuta anche con il nome di Città Giardino, per tutte le bellezze naturali che offre, insieme al territorio circostante.

Varese – Villa Estense e Giardini – Fonte: GPS Varese

A partire dagli splendidi Giardini Estensi che fanno da cornice al Palazzo Comunale. Nella seconda metà del ‘700, Francesco III d’Este, duca di Modena e Governatore della Lombarda Austriaca, dopo essersi innamorato di Varese durante uno dei suoi viaggi, decise di chiederla in feudo a Maria Teresa d’Austria. Acquistata la villa, che oggi ospita l’Amministrazione Comunale, da Tommaso Orrigoni,  offre all’architetto Giuseppe Antonio Bianchi il compito di occuparsi della realizzazione del giardino all’italiana, considerato fra i più belli della Lombardia.

Altro punto nevralgico di Varese che Turista Fai Da Te ti consiglia di visitare è la Basilica di San Vittore. Essa rappresenta, con la torre campanaria ed il Battistero di San Giovanni, il vero cuore religioso della città. L’attuale edificio è frutto di diversi interventi che si sono avvicendati durante la sua storia, proprio fino alla costruzione della neoclassica facciata (tra il 1788 e il 1791) su disegno di Leopoldo Pollack. Il Battistero in particolare, è il monumento più antico di Varese, eretto in stile romanico tra il XII e XIII secolo e dedicato a San Giovanni Battista.

Musei Civici Villa Mirabello - Fonte: lagomaggiore.net

Musei Civici Villa Mirabello – Fonte: lagomaggiore.net

Per gli amanti della cultura museale, infine, Varese rappresenta il Paese dei Balocchi. Troverai persino difficile scegliere! Vivere l’arte varesina è certamente più facile per un turista che ha a disposizione un po’ di giorni… ma, con i consigli della nostra rubrica, potrai assaggiare tutta la cultura che desideri anche in pochissimo tempo. Prima tappa “obbligata” i Musei Civici di Villa Mirabello, che oltre ad ospitare una pregiata collezione archeologica riferita alla preistoria, conservano testimonianze di età romana e propongono anche una recentissima sezione risorgimentale. Sempre dei Musei Civici fa parte anche Sala Veratti, i cui spazi sono dedicati a mostre e esposizioni temporanee e/o permanenti.

Seconda tappa, particolarmente adatta agli amanti dell’arte dai gusti meno classici, è il Civico Museo d’Arte Moderna e Contemporanea | Castello di Masnago. Il complesso, frutto di numerosi interventi nel corso dei secoli, è inserito nel meraviglioso Parco Mantegazza, giardino pubblico che sorge sulla sommità del colle di Masnago. Il Castello ospita la civica collezione d’arte, con opere dei maggiori artisti lombardi.

Collezione Permanente Villa Panza - Fonte: Sito FAI

Collezione Permanente Villa Panza – Fonte: Sito FAI

Terza e ultima tappa del nostro “tour de force” museale, Villa Panza, uno dei beni FAI varesini. Circondata da un magnifico giardino all’italiana e costruita alla metà del XVIII secolo, la villa è molto conosciuta nel mondo per la sua famosissima Collezione Panza, collezione d’arte contemporanea che Giuseppe Panza di Biumo vi ha raccolto a partire dagli anni ’50: sono esposte oltre cento opere di artisti contemporanei, oltre ad un’importante raccolta di arte africana e precolombiana.

E se la natura è la cosa che ti interessa di più e i Giardini Estensi ti hanno stregato, allora forse ti farà impazzire sapere che Varese è considerata la “Provincia Verde” per antonomasia, proprio grazia a quel patrimonio verde che va dai monti che la circondano ai laghi che la bagnano. Numerosi sono i Parchi e le Riserve Naturali disseminati sul territorio bosino, primi fra tutti i Parchi Regionali del Campo dei Fiori e Della Valle del Ticino, nonché le Riserve Naturali della Palude Brabbia e del Lago di Biandronno.

Ovviamente qui ti abbiamo raccontato solo dei gioielli più preziosi di Varese, ti abbiamo ingolosito per così dire…ma c’è davvero ancora molto da scoprire…

…e con la nostra Rubrica Turista Fai Da Te potrai davvero progettare una vacanza a misura delle tue esigenze!

Galleria “Varese Città da Scoprire”

Immagine di copertina: astrogeo.va.it

Hotel Ungheria e i pacchetti per Cavalli Varese

Cavalli Varese e Hotel Ungheria: Trekking, Carrozze, Natura e…la passione per i Cavalli.

Cavalli montagnaNatura, amore per gli animali – i cavalli soprattutto – e per lo sport e.. magia ed emozioni.

Questo in poche semplici parole è quello che abbiamo preparato per voi, senza dimenticare il comfort di una accogliente sistemazione presso il nostro Hotel e l’amore per la buona cucina.

Abbiamo selezionato come partner i migliori Ristoranti, Crotti, Maneggi e Scuderie per offrirvi il meglio dell’avventura e delle vacanze a cavallo.

In collaborazione con il Centro Equestre I Cavalieri del Lago e il Borgo di Mustonate, Hotel Ungheria ha creato dei pacchetti in formula week end e vacanza breve (4/5 giorni), studiati sulle specifiche esigenze di chi ama la natura, il turismo ecosostenibile e l’equitazione, in tutte le sue forme.

Per gli amanti dell’avventura abbiamo studiato diversi percorsi di Trekking, fra laghi, boschi, montagne, sentieri e piste ciclo pedonali; perfetti per immergersi nella natura e visitare anche le bellezze artistiche e storiche della nostra Varese.

A chi invece ama maggiormente la tradizione ed è in cerca di qualcosa di più tranquillo, ma allo stesso tempo originale, proponiamo Tour in Carrozza, nella suggestiva cornice del Borgo di Mustonate.

Cosa stai aspettando a vivere la tua vacanza a cavallo?… Scopri Varese Cavalli di Hotel Ungheria!

Festeggia l’8 dicembre a Santa Maria del Monte

Festa dell’Immacolata al Santuario Mariano di Santa Maria del Monte sopra Varese

museo baorffio ingressoLa nostra cultura cattolica ci invita sempre a pelleginare in luoghi e santuari che ci aprono il cuore alla carità e all’amore.

Il Santuario Mariano di Santa Maria del Monte sopra Varese è uno di questi luoghi, di grande importanza storica e religiosa.

Ancora purtroppo è presto per accedere alla cripta romanica sotterranea, poichè i lavori archelogici termineranno non prima della primavera. Tuttavia il fatto che sia stata riportata alla luce, unitamente alle recente beatificazione di Papa Paolo VI – di cui la piazza adiacente al Santuario ospita una bellissima statua dello “scultore dei papi” Bodini – rende ancora più carico di attrazione mistica questo luogo ameno, vera gemma di Santa Maria del Monte sopra Varese.

E proprio nel giorno dell’Immacolata, sfruttando l’apertura natalizia del Museo Baroffio, una visita al Santuario è una tappa obbligata per chi si trova a Varese e dintorni. papa giovanni IICon l’occasione, sarà possibile anche vedere la mostra UN SANTO IN CAMMINO CON IL POPOLO DI DIO, le trentuno grandi installazioni, distribuite lungo la salita della Via Sacra, per celebrare il trentennale della presenza eccezionale di papa Giovanni Paolo II al Sacro Monte.

L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Paolo VI per il Sacro Monte di Varese in collaborazione con la parrocchia di Santa Maria del Monte, e la mostra si protrarrà fino al 6 gennaio 2015.icona mete mini

 

 

 

L’arte dei significati nascosti a Villa Della Porta Bozzolo

FAI: Break Art a Villa Della Porta Bozzolo a Casalzuigno

villa-della-porta-bozzolo-fai-galleriaL’arte dei significati nascosti

Sabato 25 ottobre dalle 16 alle 17 Villa Della Porta Bozzolo accoglie un gruppo ristretto di amanti dell’arte per un tuffo nella storia Varesina.

Nella suggestiva cornice della meravigliosa dimora settecentesca, i fortunati partecipanti che avranno riservato in tempo un posto, potranno vivere l’esperienza di un viaggio attraverso l’arte e i suoi significati nascosti. Un affascinante tour attraverso i luoghi più suggestivi della Provincia di Varese alla scoperta di curiose e misteriose immagini. Un viaggio che ripercorre le più significative tappe della storia dell’arte, in modo da offrire agli spettatori l’occasione di comprendere tutta la potenza evocativa e comunicativa di questa eccezionale e speciale disciplina.

La conferenza sarà accompagnata da una dolce merenda, per nutrire corpo e spirito.

L’APPUNTAMENTO È A POSTI LIMITATI E CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
PER INFO E PRENOTAZIONI chiamare in Villa allo 0332 624136 oppure tramite e-mail scrivendo a faibozzolo@fondoambiente.it

Fai Marathon e Varese

Il 12 ottobre 2014 torna Fai Marathon.

FAI-Marathon-locationDomenica 12 ottobre una partnership fra il Gioco del Lotto e il FAI – Fondo Ambiente Italiano porta in tutta Italia l’evento FAI Marathon che, come si legge direttamente sul sito “invita gli italiani a scoprire e riscoprire i paesaggi urbani ed extraurbani nei quali vivono tutti i giorni, ma di cui spesso ignorano le bellezze, il valore, la storia”.

La FAIMARATHON è una passeggiata non competitiva a tappe. In oltre 120 italiane sarà sufficiente scegliere sul sito del FAI l’itinerario di interesse, presentarsi al punto di partenza durante gli orari indicati e… partire!

In ogni tappa ci saranno i volontari del FAI che, raccogliendo il contributo di partecipazione, distribuiranno il kit e illustreranno il luogo, spesso visitabile anche all’interno.

Ecco i tre itinerari in provincia di Varese:

Varese – Alla scoperta del colle di Biumo, partenza ore 10, un itinerario con 7 tappe (è possibile pre-iscriversi alla maratona presso Villa e Collezione Panza – tel. 0332 283960 – faibiumo@fondoambiente.it);

Casalzuigno – Arcumeggia – Un paese ricco di affreschi, un itinerario con 5 tappe, dalle 10 alle 18 (è possibile pre-iscriversi alla maratona presso Villa Della Porta Bozzolo a partire dal giorno 1 ottobre, dal mercoledì alla domenica, dalle ore 10 alle ore 18 faibozzolo@fondoambiente.it);

Gornate Olona – Monastero di Torba, dalle 10, un itinerario in 3 tappe (è possibile pre-iscriversi alla maratona dal mercoledì alla domenica presso FAI – Monastero di Torba, Via Stazione, 2 – Gornate Olona,– tel. 0331 820301 – faitorba@fondoambiente.it).

Per ulteriori informazioni sulla Fai Marathon rimandiamo al sito dedicato www.faimarathon.it

Porte aperte a Villa Recalcati

Domenica 5 ottobre visite guidate gratuite a Villa Recalcati dal Settecento al Liberty.

villarecalcatiopendoorDomenica 5 ottobre Villa Recalcati apre le porte a cittadini e turisti per due visite guidate e gratuite all’insegna della conoscenza della storia del Liberty.

La storia

Villa Recalcati è uno dei massimo esempi di architettura suburbana settecentesca in provincia di Varese. Il suo primo nucleo fu eretto in realtà nella seconda metà del Seicento, quale villa di campagna della nobile famiglia milanese Recalcati.
Dopo una serie di passaggi di proprietà, la villa passò in eredità a don Giuseppe Melzi che più tardi la vendette a Giovanni Battista Morosini, sotto il quale fu trasformata nel 1874 nel “Grande Albergo Excelsior”.

Ben presto l’albergo divenne uno dei più importanti e rinomati del nord Italia, frequentato da personalità quali Verdi e D’Annunzio, ma con il calo del mercato turistico a seguito della Prima Guerra Mondiale, nel 1927 sopraggiunse il fallimento.

La Villa fu così acquistata nel 1931 da parte della neonata Provincia di Varese, che la trasformò nella sede principale dei suoi uffici che ospita ancora oggi.

Gli orari delle visite di domenica 5 ottobre sono i seguenti:Rubrica Turista Fai Da Te

  • 1° visita ore 14,30
  • 2° visita ore 16,30

La Prenotazione non è obbligatoria.

Ai partecipanti sarò offerto un gradito omaggio storico.

Per Info:
Tel. 0332/252412
Mail: eermoli@provincia.va.it

Credits foto di copertina: Il Giorno

Biciclettata Insubrica: da Como a Varese

Beneficienza e ecologia con la Biciclettata Insubrica del CUS dei Laghi

locandina biciclettata insubricaNell’anno del trionfo del ciclismo italiano nel mondo, con Vincenzo Nibali campione del tour de France, l’Università degli Studi dell’Insubria organizza la prima “Biciclettata Insubrica”, pedalata ecologica che unirà idealmente e fisicamente le due sedi principali dell’Ateneo: Varese e Como.

L’iniziativa di beneficenza è in programma domenica 14 settembre 2014: il percorso è di 35 chilometri con partenza da Varese e traguardo a Como.

Grazie allo sponsor Cicli Snoopy di Fino Mornasco è stata messa in palio una bicicletta “Specialized” resa davvero unica dalla firma dello “Squalo dello Stretto”, che ha autografato il mezzo. Il campione del Tour de France, contattato dall’Ateneo, non ha esitato a dare il suo appoggio visto il carattere benefico dell’iniziativa: il ricavato della “Biciclettata Insubrica”, infatti, sarà devoluto alla Croce Rossa Italiana e ai Volontari del Lario Onlus.

La Pedalata è organizzata dal CUS dei Laghi insieme alla Società Ciclistica Spinaverde; il programma prevede il ritrovo alle ore 8.30 a piazza della Repubblica a Varese, la partenza alle ore 9.30. L’arrivo è previsto per le ore 11.00 circa al Chiostro di S. Abbondio, a Como. Al traguardo sarà offerto un pranzo al buffet a tutti i partecipanti.

L’iniziativa è aperta a tutta la cittadinanza: la partecipazione è consigliata a persone con un minimo di preparazione fisica.

È possibile iscriversi alla Biciclettata Insubrica fino al giorno della manifestazione, basta mandare una mail a cus@uninsubria.it e versare la quota di partecipazione di 5 euro.

Per partecipare all’estrazione della bicicletta autografata da Vincenzo Nibali basterà acquistare i biglietti al prezzo di 1 euro, in vendita nelle sedi dell’Ateneo.

È possibile, inoltre, prenotare il trasporto tra le sedi con il pullman, il costo è di 5 euro e va mandata una mail entro il giorno 9 settembre sempre a cus@uninsubria.it.

Chiunque fosse interessato a sponsorizzare la manifestazione, dovrà darne comunicazione entro i primi di settembre a cus@uninsubria.it, in tempo utile per la stampa delle magliette.

Per informazioni contattare l’organizzatore della manifestazione, Giuseppe Devotella, al numero: 3285304686.

Per iscrizioni: Cus dei Laghi: 0332/219895; cus@uninsubria.it.

 

Alla scoperta dei Vangeli Apocrifi di Castelseprio

Santa Maria Foris Portas Castelseprio

icona mete mini

santa maria foris portasLa provincia di Varese è un territorio intriso di cultura. Molti sono i luoghi di interesse storico e culturale che un turista non dovrebbe perdere occasione di visitare durante il suo soggiorno a Varese.

L’Hotel Ungheria vi guida alla scoperta di queste magnifiche location a cominciare dalla Chiesa di Santa Maria Foris Portas a Castelseprio.

La chiesa, che sorge su un’altura distante duecento metri dalla cinta muraria di un antico castrum, da cui l’appellativo in latino medievale, è l’edificio più antico di Castelseprio.
Grazie ai suoi affreschi, noti come “gli affreschi di Castelseprio”, Santa Maria Foris Portas è riconosciuta patrimonio dell’umanità dell’Unesco.

Si tratta di un ciclo di pitture, variamente datate tra il VI e il X secolo, opera di un pittore anonimo indicato come Maestro di Castelseprio, un artista probabilmente bizantino, che lavorò per una committenza greca, longobarda, carolingia oppure milanese. Il ciclo rappresenta scene dell’infanzia di Cristo ispirate, sembrerebbe, soprattutto ai Vangeli apocrifi. Proprio questa caratteristica ne fa un raro esempio di arte longobarda di altissimo livello, poiché in Italia sono solo sette i luoghi con questo peculiare tipo di pitture. Queste sette location italiane fanno parte del sito seriale denominato “Longobardi in Italia: i luoghi del potere”, iscritto alla Lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO nel giugno 2011.

La gita a Santa Maria Foris Portas Castelseprio

L’Hotel Ungheria propone un pacchetto speciale dedicato alla Chiesa di Santa Maria Foris Portas.

Programma

•    Arrivo in Hotel
•    Cena presso Ristorante La Vecchia Varese, convenzionato con noi
•    Pernottamento in camera doppia
•    Prima colazione a buffet con prodotti del territorio e dolci di nostra produzione
•    Visita alla Chiesa

Vieni a scoprire una delle meraviglie custodite dall’Unesco
nel cuore di Varese.
Visita Santa Maria Foris Portas, con l’offerta di Hotel Ungheria.

Offerta valida fino al 30 giugno 2015.